GT Open – Partenza perfetta per il Luzich Racing

16 aprile 2018

GT Open – Partenza perfetta per il Luzich Racing

Maranello, 16 aprile 2018 – Mikkel Mac e Alessandro Pier Guidi, con la Ferrari 488 GT3 dell’esordiente Luzich Racing, sono stati protagonisti di un weekend perfetto nel primo round del campionato International GT Open che si è svolto nel fine settimana sulla pista portoghese dell’Estoril.

 

Fine settimana impeccabile. Il campione del mondo FIA WEC, nonché pilota ufficiale della Ferrari, e il danese Mikkel Mac hanno dominato entrambe le gare precedendo nella prima la Lamborghini del team Imperiale Racing affidata a Jeroen Mul e al campione in carica Giovanni Venturini. In Gara-1 sul terzo gradino del podio sono saliti il campione d’Europa del Ferrari Challenge, Daniele Di Amato, e l’esperto Andrea Montermini. La domenica le cose per Pier Guidi e Mac sono state più complicate. Innanzitutto per le qualifiche, caratterizzate dalla pioggia, che hanno visto primeggiare le Lamborghini di Toby Sowery (#28 Daiko Lazarus) e Mul. Alessandro Pier Guidi è partito terzo ma il campione del mondo è stato subito in grado di sabarzzarsi di Sowery lanciandosi all’inseguimento di Mul.

 

Pitstop più lunghi. Le prime due vetture hanno guadagnato rapidamente terreno sugli avversari, ma Pier Guidi aveva la necessità di superare la Lamborghini a causa dei secondi in più da passare in pitlane in seguito ai risultati di Gara-1. La Ferrari avrebbe infatti avuto uno stop di 80 secondi contro i 75 di Mul e i 65 di tutti gli altri. Il pilota del Luzich Racing ha infilato la Lamborghini iniziando la manovra in curva 1 e terminandola in quella successiva allungando sull’avversario a sufficienza da permettere a Mac di uscire ancora davanti nel momento del cambio pilota. In quarta posizione è intanto risalita l’altra Lamborghini di Imperiale Racing guidata da Riccardo Agostini e Rik Breukers.

 

Fasi finali. Al pit stop, come programmato, Mac è riuscito ad uscire davanti a Venturini ma entrambi si sono ritrovati dietro all’altra vettura verde di Breukers. Il pilota tedesco è stato rapidamente raggiunto dalla Ferrari e ha provato a rallentarne la marcia, al punto che anche Veturini si stava facendo sotto. Il danese a venti minuti dal termine ha rotto gli indugi attaccando la Lamborghini in curva 6. Mac ha percorso l’intera curva a braccetto con Breukers e alla piega successiva al tedesco non è rimasto altro da fare che accodarsi. Liberatosi dell’avversaio Mac ha gudagnato un margine che gli ha permesso di tagliare serenamente il traguardo in prima posizione davanti a Venturini e a Breukers.

 

Pro-Am. In classe Pro-Am sono arrivate alter soddisfazioni per la Ferrari e il team Luzich Racing che si è portata a casa due terzi posti grazie ad Alexander West e a Michele Rugolo. In entrambe le giornate a conquistare la vittoria di categoria è stata la Mercedes, prima con la vettura numero 20 di SPS Automotive Performance (Valentin Pierburg e Tom Onslow-Cole) e poi con la numero 16 del team Drivex School (Marcelo Hahn e Allam Khodair).

 

Classifiche. Con la doppietta di Estoril Mac e Pier Guidi guidano la classifica con sei punti di vantaggio su Venturini-Mul, forti di due secondi posti. Prossimo appuntamento il 5 e 6 maggio al Circuit Paul Ricard.