BIOGRAFIA

Andrea Bertolini è nato a Sassuolo (Modena) l’1 dicembre 1973 e ha debuttato a 11 anni nella categoria “minikart”. A 19 anni diventa il più giovane collaudatore di Ferrari stradali, occupandosi dello sviluppo sperimentale. Nel 2001 debutta nelle gare GT mentre l’anno seguente è al volante della Ferrari 360 Modena del team JMB con cui giunge quarto. Nel 2003, con lo stesso team, conquista il titolo N-GT mentre nel 2004 viene chiamato a svolgere il ruolo di collaudatore della Scuderia Ferrari. Nel contempo inizia lo sviluppo della Maserati MC12 con cui prende parte alle ultime quattro gare della stagione 2004 insieme a Mika Salo. Nel 2005 guida la vettura modenese sotto le insegne del JMB Racing, mentre nel 2006 passa al Vitaphone Racing Team, dove trova come compagno Michael Bartels. La stagione è trionfale: è campione GT con tre vittorie, tra cui la mitica 24 Ore di Spa-Francorchamps, due secondi posti e piazzamenti in tutti e dieci gli appuntamenti della serie. Nel 2008 fa di nuovo coppia con Bartels e conquista ancora una volta il titolo, bissando il successo alla 24 Ore di Spa-Francorchamps. Il binomio con il pilota tedesco continua anche nel 2009 e 2010 e si arricchisce del terzo titolo piloti GT1 e del titolo mondiale, sempre con la MC12. Nel 2013 è campione Asian Le Mans Series mentre l’anno seguente si impone nuovamente nella 24 Ore di Spa-Francorchamps e conquista il titolo della European Le Mans Series al volante della 458 Italia del team russo SMP Racing. Nel 2015 conquista il suo ottavo titolo vincendo il WEC nella classe GTE-Am con la Ferrari numero 72 del team SMP Racing grazie anche a tre vittorie: al Nurburgring, al COTA e, soprattutto, alla 24 Ore di Le Mans. Nel 2016 sfiora il successo nella European Le Mans Series, serie che affronta anche nel 2017 assieme al Blancpain Endurance Cup.