BIOGRAFIA

Alessandro Pier Guidi nasce il 18 dicembre 1983 a Tortona, in Piemonte. Inizia a gareggiare in kart da bambino e debutta in monoposto nel 2002, in Formula Renault. E’ con le vetture a ruote coperte tuttavia che Pier Guidi riesce ad esprimere tutto il suo talento. L’esordio con la Scuderia Playteam nel 2005 da il via ad una lunghissima sequenza di vittorie nei principali campionati GT europei al volante della Ferrari 360 Modena GTC. Nel 2005 e nel 2006 si laurea campione nel Campionato Italiano GT, rispettivamente in classe GT2 e GT1. Dopo due fugaci rientri con le monoposto della serie A1 Grand Prix e Superleague nel 2007 e 2008, Pier Guidi continua a mietere successi nella categoria GT al volante delle Maserati MC12 e GranTurismo GT4. Dal 2011 torna a guidare vetture del Cavallino Rampante e, come in precedenza, inanella successi sui tracciati di tutto il mondo, inclusa la 24 Ore di Spa-Francorchamps e la prestigiosa 24 Ore di Daytona nel 2014.Nel 2016 gareggia in tre continenti con vari team clienti Ferrari e debutta nella 24 Ore di Le Mans affiancando Bruni e James Calado sulla 488 GTE del team AF Corse. Nel 2017 diventa pilota ufficiale Ferrari e onora l’incarico nel migliore dei modi, laureandosi campione del mondo della classe GT nel WEC in coppia con James Calado, grazie a tre successi conquistati con la 488 GTE del team AF Corse. Per lo stesso team prende parte anche al Blancpain Endurance Cup, chiudendo al secondo posto la 3 Ore di Monza. (ELMS) con la 458 Italia GTE del Team Ukraine conquistando la 4 Ore di Silverstone in classe GTC insieme a Andrii Kruglyk e Sergey Chukanov. Nel 2015 fa coppia nella European Le Mans Series con Alexander Talkanitsa padre e figlio vincendo la gara di Imola. Si impone nuovamente anche nella 24 Ore di Spa-Francorchamps in classe Pro-Am al volante della 458 Italia GT3 del team AF Corse insieme a Stephane Lemeret, Gianmaria Bruni e Pasin Lathouras. Nel 2016 gareggia in tre continenti con vari team clienti Ferrari e debutta nella 24 Ore di Le Mans affiancando Bruni e James Calado sulla 488 GTE del team AF Corse.